Login

Hai dimenticato la password?

Registrazione

Informazioni sulla registrazione

Tutte le informazioni inserite all'interno di questo modulo sono ritenute strettamente confidenziali. Abilitando la casella, dichiari di aver preso visione dell'Informativa di cui all'art.13 D.Lgs.196/03 e di accettarla.

Informativa di cui all'art.13 D.Lgs.196/03

Nel rispetto della normativa vigente in materia di protezione dei dati personali, La informiamo che All in Trapani.it, all'atto dell'iscrizione necessita solo dell'inserimento di un indirizzo di posta elettronica e di un nome utente a Sua scelta. I dati forniti da Lei o da altri soggetti, sono solo quelli strettamente necessari e sono trattati solo con le modalità e procedure - effettuate anche con l'ausilio di strumenti elettronici - necessarie per i servizi forniti da All in Trapani.it, anche quando comunichiamo a tal fine alcuni di questi ad altri soggetti connessi ad un eventuale rapporto di lavoro di carattere temporaneo o continuativo, in Italia o all'estero; per taluni servizi, inoltre, utilizziamo soggetti di nostra fiducia che svolgono per nostro conto, in Italia o all'estero, compiti di natura tecnica, organizzativa e operativa. I suoi dati possono inoltre essere conosciuti dai nostri collaboratori specificatamente autorizzati, in qualità di Responsabili o Incaricati, a trattarli per il perseguimento delle finalità sopraindicate.
I Suoi dati non sono soggetti a diffusione. Lei ha diritto di conoscere, in ogni momento, quali sono quelli archiviati presso di noi, la loro origine e come vengono utilizzati; ha inoltre il diritto di farli aggiornare, rettificare, integrare o cancellare, chiederne il blocco ed opporsi al loro trattamento.
Sulla base di quanto sopra, iscrivendosi al servizio, Lei esprime il consenso al trattamento dei dati (eventualmente anche sensibili) effettuato su All in Trapani.it, alla loro comunicazione ai soggetti sopraindicati e al trattamento da parte di questi ultimi.

Condizioni di utilizzo

E' necessario essere maggiorenni per poter utilizzare il servizio. L'utente è direttamente responsabile della sicurezza della propria password.

L'utente è direttamente responsabile dei contenuti che inserisce sulle pagine di All in Trapani.it e delle azioni che compie sul sito.

Gli articoli pubblicati su All in Trapani.it sono segnalati dagli utenti senza alcun controllo preventivo da parte della Redazione. All in Trapani.it non è responsabile in alcun modo dei commenti scritti dai singoli utenti, in quanto non viene eseguito alcun filtro preventivo alla loro pubblicazione.

La Redazione di All in Trapani si riserva di eliminare e bloccare senza preavviso commenti e segnalazioni considerate offensive, illegali, a carattere pornografico, spam o comunque non in linea con le policy di All in Trapani. Ed inoltre di modificare a propria discrezione i titoli, le descrizioni e i link delle segnalazioni, qualora questi rappresentino un chiaro abuso del servizio, delle policy o siano causa di problemi per il sito stesso.

La Redazione di All in Trapani si riserva infine di modificare le condizioni di utilizzo senza preavviso, notificandone la modifica attraverso email o articoli sul proprio Blog.




Invio

Mag 11

Chiesa dell'Itria

Chiesa dell'Itria

by Salvatore Di Fazio

In: Storia

0 comments

I confrati della Compagnia dell'Itria nel 1621 concessero la loro chiesa ai PP. Agostiniani Scalzi, come per atto pubblico in Notar Lciano Costa, Ma la chiesa riusciva assai piccola per il grande concorso di fedeli, che i buoni padri sapevano attirare, e poiché angusta era anche la loro abitazione pensarono di fabbricare una nuova chiesa e un convento più grande.

Contribuirono a questa fabbrica una ricca signora trapanese, Angela Caraffa, la quale donò il suo palazzo, Giovanni Angulo, spagnuolo, maresciallo di campo e castellano della piazza di Trapani, il quale elargì la somma di L. 5100, a condizione che gli fosse celebrata una messa quotidiana, e la carità cittadina, abilmente sfruttata da un umile fraticello del convento, detto Fra Santo da S. Domenico.

Il prospetto della chiesa, imitato dal tempio della Pietà di Palermo, è opera dell'illustre trapanese Pietro lo Castro: esso presenta due ordini di colonne marmoree e una sola porta, ornata al di sopra d'un piccolo gruppo a rilievo, rappresentante Gesù, Giuseppe e Maria, sotto i cui auspicii sorse la nuova chiesa.

Nel mezzo del secondo ordine di colonne vi è lo stemma degli eremiti di S. Agostino, consistente in un cuore trafitto da una freccia, e dai due lati del prospetto s'innalzano due svelti cupolini, che contengono le campane di una chiesa e dividono l'altare maggiore da quelli laterali.

L'altare maggiore, decorato in marmo con teste di angeli, fu lavorato in Napoli, ed è opera bella per la sua semplicità ed eleganza.

Dentro la cona vi sono le tre statue in legno di Gesù, Maria E Giuseppe scolpite da Andrea Tipa. Sotto l'altare vi è raffigurato il corpo del martire S. Vincenzo vestito di armi bianche e sulle pareti del cappellone vi sono due reliquari, ove sono conservate le ossa di vari santi.

A sinistra del cappellone vicino alla porta che introduce in sagrestia, vi è l'altare di S. Nicolò Toletino con un quadro del celebre pittore Andrea Carreca: questa pittura, reputata una delle migliori produzioni del suo autore, rappresenta l'estasi di S. Nicolò, rapito dalla celeste armonia di due angeli, che suonano vari strumenti musicali.Ai piedi di questo quadro vi è una piccola immagine dellamater amabilis, volgarmente detta laMadonna della salute,bellissimo dipinto di Giov. Battista Salvi.

Sotto l'altare vi è raffigurato il corpo del martire S. Severo vestito alla persiana.

La cappella che viene appresso è dedicata è dedicata al Crocifisso, ed ha le pareti rivestite di reliquie situate con gran diligenza in apposite nicchie; il crocifisso, di grandezza al naturale, è fattura di Pietro Orlando. Ai piedi del Crocifisso vi è un quadro di Maria addolorata di media grandezza, opera del Cav. Sebastiano Conca. Questo quadro lo portò a Roma il visitatore e commissario generale dell'Ordine, P. Bernardino Augugliaro trapanese: l'espressione del volto della Vergine, spirante una dignitosa tristezza, e quelle mani giunte, in atto di pregare, sono perfette. Sotto di questo altare vi è raffigurato il corpo del martire S. Vittorio.

Viene in seguito l'altare dell'Arcangelo Raffaele col quadro di Giuseppe Felice: l'Arcangelo, vestito da viandante, invita il piccolo Tobia a prendere il pesce divoratore nella spiaggia del fiume Tigri. Il corpo raffigurato sotto questo altare è del martire S. Fortunato, vestito all'ussera.

Il primo altare di destra, vicino il cappellone contiene il quadro di S. Agostino della scuola di Pietro Novelli:Il S. Padre è in atto di mirare Gesù Cristo e Maria SS.: il primo gli mostra le ferite del suo corpo, l'altra la sua sacra mammella. Sotto questo altare vi è raffigurato il corpo di S. Severino.

I due quadri degli altari che vengono appresso sono di Giuseppe Felice: uno rappresenta Maria SS. In atto di essere ricevuta in cielo dalla SS. Triade, l'altro la madonna di Odgitria o dell'itria.

Sotto questi due altari vi sono rispettivamente raffigurati i corpi di S. Celestino e di S. Concordio.

Finalmente sono da menzionare in questa chiesa le statue in legno della Madonna immacolata e dell'Arcangelo Raffaele con Tobiolo.

Nella sagrestia è ammirevole l'armadio in noce con sculture della scuola di Pietro Orlando, unsotto in su, rappresentante S. Giuseppe in atto di accogliere dall'Eterno Padre Il Bambino, di Domenico la Bruna, e un piccolo Crocifisso d'avorio con fregi d'argento.

Fonte: Tratto dalla guida di Trapani del 1914.

Lascia un Commento

Storia

Storia sui luoghi della provincia di Trapani.
Vai alla categoria

Sapevi che...?

Curiosità su personaggi o fatti del territorio.
Vai alla categoria

Cucina

Ricette tipiche del territorio trapanese.
Vai alla categoria

Sport

Lo sport in provincia di Trapani.
Vai alla categoria

Altro

Altri articoli.

Vai alla categoria

Le ricette di MaEl

Le ricette creative di una trapanese in cucina.
Vai alla categoria