Login

Hai dimenticato la password?

Registrazione

Informazioni sulla registrazione

Tutte le informazioni inserite all'interno di questo modulo sono ritenute strettamente confidenziali. Abilitando la casella, dichiari di aver preso visione dell'Informativa di cui all'art.13 D.Lgs.196/03 e di accettarla.

Informativa di cui all'art.13 D.Lgs.196/03

Nel rispetto della normativa vigente in materia di protezione dei dati personali, La informiamo che All in Trapani.it, all'atto dell'iscrizione necessita solo dell'inserimento di un indirizzo di posta elettronica e di un nome utente a Sua scelta. I dati forniti da Lei o da altri soggetti, sono solo quelli strettamente necessari e sono trattati solo con le modalità e procedure - effettuate anche con l'ausilio di strumenti elettronici - necessarie per i servizi forniti da All in Trapani.it, anche quando comunichiamo a tal fine alcuni di questi ad altri soggetti connessi ad un eventuale rapporto di lavoro di carattere temporaneo o continuativo, in Italia o all'estero; per taluni servizi, inoltre, utilizziamo soggetti di nostra fiducia che svolgono per nostro conto, in Italia o all'estero, compiti di natura tecnica, organizzativa e operativa. I suoi dati possono inoltre essere conosciuti dai nostri collaboratori specificatamente autorizzati, in qualità di Responsabili o Incaricati, a trattarli per il perseguimento delle finalità sopraindicate.
I Suoi dati non sono soggetti a diffusione. Lei ha diritto di conoscere, in ogni momento, quali sono quelli archiviati presso di noi, la loro origine e come vengono utilizzati; ha inoltre il diritto di farli aggiornare, rettificare, integrare o cancellare, chiederne il blocco ed opporsi al loro trattamento.
Sulla base di quanto sopra, iscrivendosi al servizio, Lei esprime il consenso al trattamento dei dati (eventualmente anche sensibili) effettuato su All in Trapani.it, alla loro comunicazione ai soggetti sopraindicati e al trattamento da parte di questi ultimi.

Condizioni di utilizzo

E' necessario essere maggiorenni per poter utilizzare il servizio. L'utente è direttamente responsabile della sicurezza della propria password.

L'utente è direttamente responsabile dei contenuti che inserisce sulle pagine di All in Trapani.it e delle azioni che compie sul sito.

Gli articoli pubblicati su All in Trapani.it sono segnalati dagli utenti senza alcun controllo preventivo da parte della Redazione. All in Trapani.it non è responsabile in alcun modo dei commenti scritti dai singoli utenti, in quanto non viene eseguito alcun filtro preventivo alla loro pubblicazione.

La Redazione di All in Trapani si riserva di eliminare e bloccare senza preavviso commenti e segnalazioni considerate offensive, illegali, a carattere pornografico, spam o comunque non in linea con le policy di All in Trapani. Ed inoltre di modificare a propria discrezione i titoli, le descrizioni e i link delle segnalazioni, qualora questi rappresentino un chiaro abuso del servizio, delle policy o siano causa di problemi per il sito stesso.

La Redazione di All in Trapani si riserva infine di modificare le condizioni di utilizzo senza preavviso, notificandone la modifica attraverso email o articoli sul proprio Blog.




Invio
La calendula maritima, il fiore di Trapani

La calendula maritima, il fiore di Trapani

by margherita amabile

In: Sapevi che...?

comments



Forse non tutti sanno che nel tratto costiero compreso tra Marsala e il monte Cofano fiorisce una pianta che non è presente in nessun’altra parte del mondo: la calendula maritima, appartenente alla famiglia delle Asteraceae. Chiamata dai greci “fiore del sole”, per la sua corolla di petali gialli, la calendula è protagonista di un mito che parla di un amore non corrisposto. Secondo tale mito una ninfa di nome Calta, innamorata del dio Apollo, dio del sole, era solita trascorrere tutta la notte nei campi in attesa del primo raggio di sole. Consumata dall’amore si ammalò e morì, e nel punto in cui aveva passato le sue notti insonni apparve la calendula. Oltre che come pianta ornamentale, la calendula è utilizzata in ambito medico come diuretico, antinfiammatorio, antisettico, cicatrizzante e depurativo, e in cucina per arricchire insalate primaverili, e per insaporire brodi e risotti. La particolare calendula che cresce nel nostro territorio è un fiore selvatico che predilige i litorali costieri con i loro terreni sabbiosi, salati e ricchi di azoto. Essendo una delle cinquanta specie endemiche a rischio di estinzione, ci si aspetterebbero da parte dell'amministrazione locale degli interventi speciali di salvaguardia, e campagne informative che educhino la popolazione al rispetto del patrimonio paesaggistico. Eppure finora non è stato fatto niente a tutela di questa pianta, e quel poco che è stato fatto è andato nella direzione opposta. Emblematico è l’episodio dell’estirpazione dell’intera colonia di calendule di Punta Tipa, nei pressi dell’Hotel Cavallino bianco, durante i lavori di bonifica dell'area, che ha provocato l’indignazione della comunità agronoma locale. Questo spiacevole episodio è la dimostrazione che c’è ancora tanto da fare perché nelle coscienze attecchisca l’idea che l’ambiente non è qualcosa da sfruttare fino allo sfinimento, ma un bene prezioso da rispettare, valorizzare e preservare.

Tempo fa, a Palermo, durante una campagna elettorale, lessi su un manifesto uno slogan che mi colpì molto e che recitava più o meno così: “Per un’idea di verde che vada al di là delle aree spartitraffico.” Era uno slogan polemico che contestava il modo di concepire il rapporto uomo-ambiente da buona parte della classe politica palermitana, responsabile della creazione di quartieri periferici-dormitorio, dove il cemento ricopre ogni centimetro quadrato del suolo e i cittadini non hanno alcun tipo di servizio. Lo stesso manifesto potrebbe  campeggiare per le vie di Trapani. Se si facesse una statistica per calcolare la quantità di ettari di verde di cui dispongono gli abitanti delle città italiane, i trapanesi avrebbero di sicuro  il triste primato di cittadini con il minor numero di spazi verdi. Speriamo che in futuro la mentalità cambi.

Nel frattempo ciascuno di noi può contribuire alla causa dell’ambiente, sensibilizzando la gente sui temi della raccolta differenziata, sull’utilizzo dei mezzi pubblici, e sul rispetto del verde pubblico. E chissà che magari un giorno sui balconi delle case di Trapani non compaiano le calendule di Calta, a ricordarci che dalla perseveranza e dall'amore può nascere qualcosa di veramente straordinario.

Il futuro inizia adesso e ha un gran bisogno di tutti noi per essere bello.



Fonte foto : http://www.flickr.com/photos/schano/3525890231/in/set-72157619544086688


comments

Lascia un Commento

Storia

Storia sui luoghi della provincia di Trapani.
Vai alla categoria

Sapevi che...?

Curiosità su personaggi o fatti del territorio.
Vai alla categoria

Cucina

Ricette tipiche del territorio trapanese.
Vai alla categoria

Sport

Lo sport in provincia di Trapani.
Vai alla categoria

Altro

Altri articoli.

Vai alla categoria

Le ricette di MaEl

Le ricette creative di una trapanese in cucina.
Vai alla categoria