Login

Hai dimenticato la password?

Registrazione

Informazioni sulla registrazione

Tutte le informazioni inserite all'interno di questo modulo sono ritenute strettamente confidenziali. Abilitando la casella, dichiari di aver preso visione dell'Informativa di cui all'art.13 D.Lgs.196/03 e di accettarla.

Informativa di cui all'art.13 D.Lgs.196/03

Nel rispetto della normativa vigente in materia di protezione dei dati personali, La informiamo che All in Trapani.it, all'atto dell'iscrizione necessita solo dell'inserimento di un indirizzo di posta elettronica e di un nome utente a Sua scelta. I dati forniti da Lei o da altri soggetti, sono solo quelli strettamente necessari e sono trattati solo con le modalità e procedure - effettuate anche con l'ausilio di strumenti elettronici - necessarie per i servizi forniti da All in Trapani.it, anche quando comunichiamo a tal fine alcuni di questi ad altri soggetti connessi ad un eventuale rapporto di lavoro di carattere temporaneo o continuativo, in Italia o all'estero; per taluni servizi, inoltre, utilizziamo soggetti di nostra fiducia che svolgono per nostro conto, in Italia o all'estero, compiti di natura tecnica, organizzativa e operativa. I suoi dati possono inoltre essere conosciuti dai nostri collaboratori specificatamente autorizzati, in qualità di Responsabili o Incaricati, a trattarli per il perseguimento delle finalità sopraindicate.
I Suoi dati non sono soggetti a diffusione. Lei ha diritto di conoscere, in ogni momento, quali sono quelli archiviati presso di noi, la loro origine e come vengono utilizzati; ha inoltre il diritto di farli aggiornare, rettificare, integrare o cancellare, chiederne il blocco ed opporsi al loro trattamento.
Sulla base di quanto sopra, iscrivendosi al servizio, Lei esprime il consenso al trattamento dei dati (eventualmente anche sensibili) effettuato su All in Trapani.it, alla loro comunicazione ai soggetti sopraindicati e al trattamento da parte di questi ultimi.

Condizioni di utilizzo

E' necessario essere maggiorenni per poter utilizzare il servizio. L'utente è direttamente responsabile della sicurezza della propria password.

L'utente è direttamente responsabile dei contenuti che inserisce sulle pagine di All in Trapani.it e delle azioni che compie sul sito.

Gli articoli pubblicati su All in Trapani.it sono segnalati dagli utenti senza alcun controllo preventivo da parte della Redazione. All in Trapani.it non è responsabile in alcun modo dei commenti scritti dai singoli utenti, in quanto non viene eseguito alcun filtro preventivo alla loro pubblicazione.

La Redazione di All in Trapani si riserva di eliminare e bloccare senza preavviso commenti e segnalazioni considerate offensive, illegali, a carattere pornografico, spam o comunque non in linea con le policy di All in Trapani. Ed inoltre di modificare a propria discrezione i titoli, le descrizioni e i link delle segnalazioni, qualora questi rappresentino un chiaro abuso del servizio, delle policy o siano causa di problemi per il sito stesso.

La Redazione di All in Trapani si riserva infine di modificare le condizioni di utilizzo senza preavviso, notificandone la modifica attraverso email o articoli sul proprio Blog.




Invio
La grotta del Genovese

La grotta del Genovese

by margherita amabile

In: Storia

1 comments

Nacque in una grotta migliaia di anni fa. No, non è l’incipit di un libro di catechismo: stiamo parlando dell’arte, concetto tanto vasto da rendere incompleto qualunque tentativo di definizione. Secondo gli studiosi avrebbe fatto la sua comparsa quarantamila anni fa, nel Paleolitico superiore, ricoprendo una funzione magico-propiziatoria e celebrativa, a cui si sarebbero affiancate nel corso dei millenni una funzione espressiva e provocatoria-trasgressiva, di rottura con la tradizione.

L’arte è un prodotto della cultura, che proprio quarantamila anni fa muove i suoi primi passi, imprimendo una svolta decisiva al destino dell’uomo. In quanto testimonianze di questo passaggio cruciale dell’evoluzione umana, le incisioni e le pitture rupestri sono documenti di inestimabile valore. In Italia sono stati rinvenuti siti archeologici sulle Alpi, in Sicilia, Puglia e Calabria.

Un importante repertorio di pitture e incisioni rupestri si trova a Levanzo, in una grotta situata lungo la costa occidentale dell’isola, a trenta metri dal mare. Non potendo sfruttare l’interno della grotta, a causa della ristrettezza del cunicolo di accesso, per lunghi secoli i levanzari si sono limitati a sfruttare l’antegrotta come stalla e deposito per attrezzi agricoli. Di tanto in tanto qualche furetto veniva introdotto nel cunicolo per stanare i conigli che proliferavano incontrastati. Che la popolazione di Levanzo non fosse completamente allo scuro di quel che la grotta celava, è testimoniato dalle voci che circolavano sull’isola riguardo alle incisioni. Malgrado ciò, si dovrà attendere fino al 1940 perché i tesori della Grotta del Genovese vengano portati alla luce. Quell’anno la pittrice fiorentina Francesca Minellolo, in vacanza a Levanzo, incuriosita dal mistero della grotta, decise di visitarla. All’interno scoprì una pagina di storia in attesa di essere raccontata: una trentina di incisioni risalenti al Paleolitico (10.000 anni fa) raffiguranti esseri umani e animali di grossa taglia ormai estinti, vale a dire il Cervus Elaphus (cervo), il Bos Primigenius (bue-toro) e l'Equus Asinus Hidruntinus (piccolo equide); e poi pitture di colore nero e rosso risalenti al Neolitico (6000 anni fa) , raffiguranti “idoletti”, scene di caccia e esseri umani.

Rappresentati di profilo, in uno stile naturalistico, gli animali delle incisioni sono il prodotto di una mano precisa e dotata di senso artistico. Meno realistici e più grossolani sono i soggetti dipinti, tra cui vale la pena ricordare il tonno ed il delfino che costituiscono le più antiche raffigurazioni di pesci conosciute in Europa. Durante gli scavi archeologici è stato ritrovato anche lo scheletro di un elefantino nano, un mammifero un tempo molto diffuso nell’area del Mediterraneo, cui viene attribuita l’origine della leggenda dei ciclopi. Infatti il rinvenimento dei teschi di questi animali, la cui proboscide scomparendo ha lasciato il posto ad un enorme foro, avrebbe scatenato la fantasia degli antichi, spingendoli ad ipotizzare l’esistenza di giganti dotati di un occhio solo.

La grotta del Genovese è meta di molti turisti ed è raggiungibile via terra e via mare, con il supporto delle guide locali.

Margherita Amabile

1 comments

  1. Pietro Mancuso

Lascia un Commento

Storia

Storia sui luoghi della provincia di Trapani.
Vai alla categoria

Sapevi che...?

Curiosità su personaggi o fatti del territorio.
Vai alla categoria

Cucina

Ricette tipiche del territorio trapanese.
Vai alla categoria

Sport

Lo sport in provincia di Trapani.
Vai alla categoria

Altro

Altri articoli.

Vai alla categoria

Le ricette di MaEl

Le ricette creative di una trapanese in cucina.
Vai alla categoria